Semplificazione

By

Siamo stati capaci, noi reduci, di comprendere e di far comprendere la nostra esperienza? Ciò che comunemente intendiamo per “comprendere” coincide con “semplificare”: senza una profonda semplificazione, il mondo intorno a noi sarebbe un groviglio infinito e indefinito, che sfiderebbe la nostra capacità di orientarci e di decidere le nostre azioni. Siamo insomma costretti a ridurre il conoscibile a schema, a questo scopo tendono i mirabili strumenti che ci siamo costruiti nel corso dell’evoluzione e che sono specifici del genere umano, il linguaggio e il pensiero concettuale. Tendiamo a semplificare anche la storia, ma non sempre lo schema entro cui si ordinano i fatti è individuabile in modo univoco, e può accadere che storici diversi comprendano e costruiscano la storia in modo fra loro incompatibili; tuttavia è talmente forte in noi l’esigenza di dividere il campo fra “noi” e “loro che questo schema, la bipartizione amico-nemico, prevale su tutti gli altri.

La zona grigia da I sommersi e salvati di Primo Levi

Annunci