La TV

Vi capita mai di stare incollati davanti al televisore a guardare un programma orrendo?
Quei rumori striduli, quei colpi di pistola urtano i nervi.
Eppure non vi decidete a spegnere. Perché infliggersi una tortura del genere?
Non sarebbe meglio chiudere? Avete paura di stare soli, del vuoto e della solitudine che potrete incontrare rimanendo a tu per tu con voi stessi?
Guardando un brutto programma alla TV, noi diventiamo quel programma. Noi siamo quello che proviamo e percepiamo.
Se ci arrabbiamo, siamo la rabbia.
Se amiamo, siamo l’amore.
Se contempliamo la cima di un monte ricoperta di neve, siamo la montagna.
Possiamo essere ciò che vogliamo, allora perché spalancare le finestre a spettacoli di bassa lega prodotti da chi specula sull’emotività della gente e che ci fanno venire le palpitazioni, ci fanno stringere i pugni e ci lasciano svuotati?
Chi permette che vengano trasmessi programmi del genere, anche per un pubblico di giovanissimi?
Noi! Siamo troppo passivi rispetto a quello che ci propina lo schermo, troppo soli, troppo pigri, o annoiati per crearci una vita tutta nostra. Accendiamo il televisore e lo lasciamo acceso permettendo a qualcun altro di guidarci, plasmarci, distruggerci. Lasciarci andar in questo significa mettere il nostro destino in mano a gente senza scrupoli.
Dobbiamo sapere riconoscere quali programmi fanno male al nostro sistema nervoso, alla nostra mente e al nostro cuore, e quali invece ci fanno bene.

La pace è ogni passo di Thich Nath Hanh

Annunci

9 Comments

  1. Mi hai fatto pensare perché a volte vedo un film anche se lo trovo orribile perché il doverlo (volerlo) recensire necessità per forza di cose guardare dove vada a parare. E mi è capitato proprio ieri con The Captive (Scomparsa). Cinema irritante che qualcuno deve pure massacrare con apposita recensione. La leggerai presto sul blog… 😉

    Mi piace

  2. Mi fa paicere che qualcuna si sia accorta di quello che fa la tv alle nostre vite. Io mi accorgo che spesso le persone la tengono accesa come sottofondo, quasi avessero paura del silenzio. Io invece la tengo spenta la maggior parte della giornata e non guardo che pochissime cose. Per il resto preferisco film. Ma ho notato che invece la usano spesso per i bambini, li piazzano lì davanti e li lasciano a guardare i cartoni, poi crescono e si annegano nelle serie, le quali serie sono quasi tutte di storie trhiller, criminali, vampiri, insomma, nessuna storia positiva ma solo lotte e combattimenti. Poi alcuni tengono alto il volume e non si accorgono nemmeno di questo, per loro sembra quasi normale avere tutto quel rumore a casa. Io li odio e infatti ho deciso di andare a vivere in una casa in cui non ho vicini di casa.

    Mi piace

      1. Guarda io ne ho 600 a casa di libri e qualcuno mi dice ogni tanto che dovrei buttarli, ma io rileggo anche più volte quelli già letti, perchè per me è come rivedere dei vecchi amici ai quali sono affezionata e ci ritrovo sempre qualcosa di così prezioso…così prezioso che nessuna tv può eguagliare un tale tesoro 🙂

        Liked by 1 persona

        1. Approvo! Concordo! Non buttarli mai via! Sarebbe un delitto contro te stessa. Io ho ancora i libri di scuola e sono passati più di 40 anni (ne ho 64) e vedo che i miei nipoti ogni tanto li vanno a sbirciare … Finalmente ho trovato un’appassionata di libri come me. Una fortuna la mia. Grazie! ❤

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...